La nuova frontiera del cibo stampato. Dopo le strutture di zucchero si lavora alla pizza in 3D

Si era parlato precedentemente di stampe 3D per oggestiche varie, ma oggi si sta passando ad una realtà che, personalmente, a tratti ha dell’assurdo.
Si sta lavorando alla stampa di oggetti tridimensionali del tutto commestibili, soprattutto in vista di una missione umana nello spazio con l’obiettivo di avere un supermercato a portata di click!
Ad iniziare, come riporta ansa.it, l’azienda Sugar Labs ha progettato una stampante 3d per la creazione di strutture di zuccherò tutte da mangiare e con l’obiettivo primario di essere utilizzare per decorare torte o cupcake.
La moda delle mini-creazioni dolciarie che partono da una meticolosa manualità di chef navigati e non solo, diventano anch’esse frutto di una stampa.
Ebbene sì. Le “cartucce” sono dei veri e propri contenitori dove deporre gli ingredienti che attraverso una procedura particolare “stampano” il cibo.
Una realtà a mio parere aberrante, e che stà prendendo sempre più piede; Il prossimo step, infatti, è quella della creazione della pizza.
Allucinante pensare ad un futuro prossimo dove in ogni casa regna una stampante 3D per la creazione di prodotti culinari.
Non sò voi; il progetto per gli “esperti” sarà anche allettante, ma al solo pensiero inorridisco.

Eccovi due strutture di zucchero stampate in 3d

La nuova frontiera del cibo stampato. Dopo le strutture di zucchero si lavora alla pizza in 3D

La nuova frontiera del cibo stampato. Dopo le strutture di zucchero si lavora alla pizza in 3D

cibo-stampato-3d

La nuova frontiera del cibo stampato. Dopo le strutture di zucchero si lavora alla pizza in 3D

Articoli correlati

Leggi tutti gli articoli sulle nuove Tecnologie

Menu